Senseball: la stella nascente della formazione calcistica

Dalla “Golden Generation” del Belgio al Milan: Come CogiTraining-SenseBall ha rivoluzionato la formazione tecnica dei calciatori

Quando Michel Bruyninckx iniziò a collaborare con la Leuven Football Academy, le cose non andavano bene per lo sport più amato in Belgio. Questo fiero Paese calcistico non è riuscito a produrre talenti importanti per intere generazioni e non è mai riuscito a guadagnarsi una posizione nei principali tornei internazionali, non essendo mai riuscito a qualificarsi.

Due decenni dopo, il Belgio, finalista ai quarti di finale dei Mondiali dell’anno scorso, è stato riconosciuto come uno dei punti di riferimento del calcio europeo. La sua attuale squadra di calcio è stata definita “Golden Generation” ed è fiera di rappresentare in gran parte la “rinascita” del metodo rivoluzionario del CogiTraining–SenseBall di Michel Bruyninckx.

CogiTraining incentra l’attività sul funzionamento del cervello: SenseBall è lo strumento chiave che consente a un calciatore di toccare la palla circa dieci volte più spesso durante una stagione rispetto da altri tipi di allenamento tradizionali. Inoltre, permette di formare giocatori ambidestri per un piano tecnico perfettamente bilaterale.

ACQUISTA

  

 

In Belgio, CogiTraining ha formato sei giocatori internazionali, circa la metà della squadra internazionale femminile e vari professionisti di club come RSC Anderlecht, che di recente sono arrivati alle semifinali della UEFA Youth Champions League. Grazie a Dirk Gyselinckx, coordinatore tecnico del club RSC Anderlecht per molti anni e attuale compagno di Michel Bruyninckx, il club RSC Anderlecht è stato tra i primi a implementare questo innovativo metodo a tutti i livelli nella propria accademia giovanile.

“Sono convinto che la mia bravura con entrambi i piedi si deve a questi esercizi”, afferma Dries Mertens, attaccante del Belgio e del club SSC Napoli. “Congratulazioni a Michel Bruyninckx”, aggiunge il suo compagno di squadra Steven Defour, centrocampista del club RSC Anderlecht: “Lui e SenseBall mi hanno aiutato a diventare un professionista”.

Il difensore Jan Verthongen (Tottenham Hotspur) e i centrocampisti Moussa Dembélé (Tottenham Hotspur) e Youri Tielemans (Anderlecht) sono tra gli altri giocatori internazionali del Belgio che hanno confermato la loro fiducia in questo metodo. La storia di successo di CogiTraining-SenseBall, comunque, si sta evolvendo da quando ha oltrepassato le frontiere del Belgio.

Giganti italiani, come il Milan, hanno appena rinnovato il loro contratto esclusivo per l’Italia con CogiTraining-SenseBall per la terza stagione. Gli spettacolari progressi delle loro squadre giovanili, resi possibili dal nuovo programma, hanno ovviamente aiutato in questa scelta. La Primavera del Milan, la squadra di club con giocatori di età inferiore a 19 anni, ha battuto di recente il Real Madrid nella finale del prestigioso torneo internazionale Hamdan Bin Mohammed disputato a Dubai. Il mister Cristian Brocchi ha pubblicamente ringraziato il CogiTraining per il suo contributo in questo incontro.

In Francia, il club FC Metz è un partner esclusivo per la Francia di CogiTraining-SenseBall. La squadra Under15, allenata con continuità secondo il programma, ha vinto quest’anno il campionato in Francia, battendo, per esempio, club come il Paris St. Germain. “Associo fortemente CogiTraining e SenseBall al successo e ai progressi dei nostri giocatori”, afferma Bertrand Antoine, responsabile del settore pre-formazione dell’accademia giovanile del club FC Metz.

 

Informazioni su CogiTraining – SenseBall

Tra il 2000 e il 2011, Michel Bruyninckx, in collaborazione con l’Università di Louvain, sviluppò un metodo di allenamento incentrato sul funzionamento del cervello, chiamato “CogiTraining”, insieme al relativo strumento chiave “SenseBall”, allenando un campione di 200 giovani giocatori (140 ragazzi e 60 ragazze).

All’inizio, questi ragazzi non erano niente di eccezionale sia dal punto di vista tecnico che atletico. Erano semplicemente giovani giocatori della zona appassionati di calcio, che giocavano in club locali durante il weekend.

Cio nonostante, 6 dei 140 ragazzi finirono per giocare per la squadra nazione belga maschile (tra cui, Dries Mertens e Steven Defour, che parteciparono ai Mondiali del 2014 in Brasile) e il 50% delle ragazze che formano la squadra nazionale belga femminile si è allenato secondo questo tipo di schema di allenamento per questo sport.

CogiTraining e SenseBall potenziano l’allenamento mediante esercizi che migliorano l’organizzazione celebrale, consentendo quindi una presa di decisioni più veloce e una precisione dei movimenti migliorata.

L’esercizio giornaliero di SenseBall (20 minuti al giorno) consente a un giovane atleta di toccare il pallone circa 500.000 volte l’anno (mentre un professionista che si allena in modo “tradizionale” lo tocca solo 50.000 volte!). Ancora più importante è il fatto che questi calciatori riescono a giocare perfettamente in modo bilaterale (50% a destra; 50% a sinistra) quindi si tratta di giocatori ambidestri completi.

Inoltre, dopo un anno di esercitazione di CogiTraining con SenseBall, questi giovani atleti migliorano i loro risultati scolastici in media del 10%, grazie al miglioramento dell’organizzazione celebrale dovuto a questo metodo.

Gli esercizi specifici consentono inoltre applicazioni pratiche estranee al mondo dello sport, come ad esempio la riabilitazione fisioterapica per via di una posizione non corretta in bambini e adolescenti. Questo metodo contribuisce inoltre al trattamento dell’ADHD, dei disordini cognitivi e dei muscoli atrofizzati in età avanzata.

Condividi: