TAPERING NEL CALCIO

A cura del Dott. Dario Conte (Direttore Tecnico della Movement & Performance, Preparatore atletico, Trainer FMS, Strength Functional Coach).

 

“Il picco della prestazione avviene perché lo pianifichi.”
(Carlo Buzzichelli).

Le ultime fasi dell’anno sportivo sono sempre caratterizzate da un periodo molto delicato per le Società di calcio, professionistiche o dilettantistiche che siano.
Gli atleti, insieme allo staff, devono erogare gli ultimi sforzi psico-fisici per raggiungere l’obiettivo prefissato nella fase estiva dai piani alti societari.
Troviamo chi lotta per guadagnarsi una promozione in una categoria superiore tramite i temuti play-off e chi lotta per non retrocedere tramite gli arguti play-out.

I diversi club, a prescindere dal proprio obiettivo, hanno una grossa prerogativa che li accomuna: FARSI TROVARE PRONTI.
Purtroppo il picco di prestazione non avviene per grazia divina!

La capacità di raggiungere il picco, rappresenta semplicemente una strategia che il preparatore atletico, insieme a tutto lo staff tecnico e sanitario, attuano manipolando le variabili del carico, in modo da raggiungere la super-compensazione fisica e psicologica prima di una gara o di un periodo importante che può compromettere una stagione.
La super-compensazione è la risposta dell’organismo ad uno stress allenante, la quale permette il miglioramento del livello prestativo di partenza.

Questo contenuto è disponibile solo per ABBONAMENTO FULL + PDF (GRANDE REGALO A SCELTA), ABBONAMENTO PREMIUM (5 ANNI + 2 LIBRI IN REGALO), FREE e ABBONAMENTO FULL.
Log In Register